BUSINESS STYLE: LA CRAVATTA

Pin It

 

Diversamente dal mondo femminile dove la costruzione dell'immagine si gioca su tanti elementi combinabili, nel mondo maschile la scelta è più limitata e di conseguenza ci si muove su alcuni elementi "focus".

Tra questi elementi spicca sicuramente il tema della cravatta che esprime la maggiore assertività nell'immagine maschile e quindi è molto importante riconoscerne le modalità di indosso. 

L'assenza della cravatta comunica implicitamente una sorta di disimpegno e quindi è una soluzione da adottare in situazioni lavorative dove non c'è un'aspettativa elevata da parte dell'interlocutore. 

Il vantaggio di indossare la cravatta è quello di apparire più retti e più controllati perchè la cravatta davanti al busto crea una verticale, un elemento geometrico molto forte che non solo rende una lettura molto pulita del busto, nasconde i bottoni della camicia e spesso aiuta a mascherare un po' di pancia. La linea punta al viso che rappresenta il primo comunicatore dell'immagine di una persona.

E'  importante che il nodo sia fatto bene perchè è un dettaglio molto visibile ed anche la dimensione del nodo, perchè deve essere rapportata alla statura di chi la indossa.

Anche la vestibilità della cravatta è importante: deve essere adeguata al colletto della camicia e mantenuta ordinata con la pala stretta  (la parte posteriore della cravatta) inserita nel passante per evitare la scomposizione lungo il busto.

La lunghezza: la punta della cravatta deve arrivare a toccare la cintura.

I colori: di solito facciamo riferimento all'abito: in questo momento vanno molto di moda gli accostamenti tono su tono, quindi cravatte che si abbinano nel colore ai blu ai marroni e ai grigi. Il risultato, seppur accettabile, da un punto di vista di comunicazione lascia un effetto un po' piatto, banale e spesso questi accostamenti tono su tono danno quasi l'impressione di una persona con poca iniziativa. Per questo motivo vi consiglio nella scelta della cravatta, anche senza optare per un colore pieno, un qualcosa che nella fantasia richiami tonalità più brillanti perchè i colori più vividi colpiscono l'occhio, creano più profondità e quindi un look più strutturato; un accento di colore, inoltre, se ben calibrato può dare più personalità a chi lo indossa.

Le fantasie: dobbiamo intanto considerare la dimensione del disegno. Una fantasia molto minuta soprattutto su un fondo scuro crea una cravatta molto rigorosa adatta in contesti molto formali; le dimensioni medie sono quelle più diffuse e più il disegno diventa visibile e si stacca molto dallo sfondo, più comunica una certa forma di esuberanza per chi la indossa e magari non del tutto appropriata a contesti troppo formali.

 

            dadd93909f3a5b07e34c7914b8cd683e         9d183725d507d9ce385ac68c3bc2c143          bfba3e3dffd03f9a3b464c08e1dc63ad   

Per chi non ama la cravatta: per cercare di creare un insieme compiuto con la giacca e portare attenzione al viso, visto che la cravatta viene a mancare, vi suggerisco il classico fazzoletto bianco da taschino, piegato, con la punta all'insù oppure la pochette di seta che rende comunque più la vostra immagine più coordinata e raffinata.

 

                         3c26b50a113bed8d84f17a7439c890dc                                        0b8088cec24e7ebd009bd7d512d5383c